Evacuazione

L’evacuazione vocale nasce come sistema per evacuare un edificio in caso d’emergenza, laddove i sistemi ottico/acustici (sirene, pannelli ottico-acustici) sono poco indicati o nei casi in cui tali sistemi possono essere controproducenti (ospedali, centri commerciali, ecc.)

Preceduti storicamente dai sistemi di diffusione di messaggi vocali di servizio o pubblicitari, o di musica in edifici atti a ricevere il pubblico; i sistemi di evacuazione vocale d’emergenza sono la loro naturale evoluzione.

Dovendo assicurare l’evacuazione in situazioni di emergenza senza ingenerare panico, questi ultimi sono oggetto di normative stringenti e severe a cui devono attenersi (EN54).


 
La diffusione sonora
Sistemi di Public Address (PA)

Gli impianti di diffusione sonora o Public Address (PA System) nascono dall’esigenza di diffondere musica, messaggi di servizio e promozionali in edifici atti a ricevere il pubblico.

La loro peculiarità è d’installare linee differenti di altoparlanti che, grazie ad una matrice audio, consentono di diffondere nell’edificio i segnali provenienti da diverse fonti sonore (CD musicali, Sintonizzatore AM/FM, messaggi preregistrati, microfoni e consolle).

Schema tipico:



 
L’evacuazione vocale d’emergenza
Sistemi di Vocie Alarm (VA)

La filosofia di un impianto di evacuazione vocale è quella di far pervenire, alla zona interessata o a tutto l’edificio, un messaggio preregistrato di allarme o di evacuazione, oppure proveniente da un microfono previsto all’uopo, in modo certo, sicuro ed intelligibile.

A tale scopo, l’intero percorso del messaggio vocale deve essere supervisionato (percorso critico) per garantire, nel momento del bisogno, la disponibilità di tutta la catena; dalla sorgente (microfono o messaggio preregistrato) fino all’ultimo altoparlante, passando attraverso i dispositivi di amplificazione.

Tutto questo è sancito dalle norme EN50849 e EN54-16.

Schema tipico: